Che cos'è Windows Shell Experience Host in Windows 10?

'Quando una risorsa è scarsa, aumenti il ​​suo rendimento'
Peter Drucker

Essendo un sistema piuttosto complicato e fragile, il tuo personal computer ospita alcuni processi apparentemente incomprensibili. Non c'è da stupirsi, sei ansioso di sapere cosa sono effettivamente e perché il tuo sistema ne ha bisogno, specialmente se consumano troppa CPU e memoria.



Windows Shell Experience Host è un esempio calzante. Se tieni d'occhio questo processo nel tuo Task Manager, vedrai che può pesare molto sulle risorse del tuo sistema.



Pertanto, potresti essere disposto a porre le seguenti domande:

'Che cos'è il processo Windows Shell Experience Host?'

Come parte del tuo sistema operativo, Windows Shell Experience Host funge da una sorta di visual manager. In sostanza, ciò che fa è fornire un'interfaccia a finestre per app universali sul tuo computer. Per essere precisi, il processo in questione è responsabile di componenti grafici come il menu di avvio e la trasparenza della barra delle applicazioni, la presentazione in background, il calendario, l'orologio, le immagini e altre cose.



Windows Shell Experience Host è stato introdotto per la prima volta in Windows 10 e da allora è stato adeguatamente aggiornato. Pertanto, in questi giorni questo processo dovrebbe essere piuttosto parsimonioso con le tue risorse. In caso contrario, è probabile che ci sia qualcosa di sbagliato nel tuo sistema.

'Posso disabilitare il processo Windows Shell Experience Host?'

Non puoi e non dovresti. La disabilitazione di Windows Shell Experience Host ti impedirà di ottenere le immagini necessarie in Windows 10. Anche se provi a terminare il processo, il tuo sistema operativo lo avvierà automaticamente tra un po '. Pertanto, se Windows Shell Experience Host consuma la RAM e la CPU di tanto in tanto, la soluzione migliore è risolvere il problema.

'Come posso riparare il processo Windows Shell Experience Host utilizzando troppa memoria / CPU?'

La buona notizia è che questo può essere fatto abbastanza facilmente. La risoluzione dei problemi del processo Windows Shell Experience Host affamato di risorse non è affatto una scienza missilistica: segui i suggerimenti di seguito e riduci l'utilizzo di RAM / CPU a un livello ragionevole:

1. Aggiorna il tuo sistema operativo



Per funzionare correttamente, il tuo Windows 10 necessita di un aggiornamento regolare. Altrimenti, diventa lento, buggato e soggetto a errori. Per correggere il processo Windows Shell Experience Host utilizzando troppa memoria / CPU, devi portare il tuo sistema all'avanguardia della tecnologia software Microsoft senza ulteriori ritardi:

  1. Fare clic sull'icona di Windows sulla barra delle applicazioni per aprire il menu di avvio.
  2. Seleziona l'icona a forma di ingranaggio e procedi con Aggiornamento e sicurezza.
  3. Verrai indirizzato alla schermata di Windows Update. Verifica se sono disponibili aggiornamenti. Accetta di installarli.
  4. Se non sono presenti aggiornamenti suggeriti nella schermata di Windows Update, fare clic sul pulsante Verifica aggiornamenti.

Mantieni aggiornato il tuo Windows.

Ora vai al tuo Task Manager e guarda come Windows Shell Experience Host utilizza la RAM e la CPU.

2. Disabilita la presentazione in background del desktop sul tuo PC



Anche se potresti goderti i tuoi sfondi preferiti che cambiano ogni X minuti, questa impostazione potrebbe far sì che Windows Shell Experience Host occupi troppa RAM o CPU del tuo sistema. Quindi, sfortunatamente, dovresti optare per un'immagine statica come sfondo:

  1. Premi la scorciatoia da tastiera Windows + I per aprire l'app Impostazioni.
  2. Seleziona l'opzione Personalizzazione.
  3. Nel riquadro di sinistra, seleziona Sfondo.
  4. Seleziona Immagine dal menu a discesa.
  5. Conferma la tua scelta per salvare le impostazioni.

Controlla se il trucco sopra ha risolto il tuo problema di utilizzo elevato di CPU / RAM.

3. Disabilitare il cambio automatico del colore

Un'altra impostazione a cui dovresti dire addio se vuoi impedire a Windows Shell Experience Host di mangiare nella tua CPU e memoria è il cambio automatico del colore. Per disabilitarlo, segui le istruzioni seguenti:

  1. Apri l'app Impostazioni (premi il tasto WINDOWS + I scorciatoia sulla tastiera per farlo).
  2. Ora seleziona Colori nel riquadro di sinistra.
  3. Scorri verso il basso fino alla sezione Scegli un colore.
  4. Individua l'opzione Scegli automaticamente un colore accento dal mio sfondo e deselezionala.
  5. Assicurati di salvare le modifiche.



Ora controlla se il tuo problema è stato risolto.

4. Eseguire Controllo file di sistema

Se Windows Shell Experience Host continua a svuotare le risorse, il problema potrebbe essere causato da file di sistema mancanti o danneggiati. Per sostituirli, è necessario eseguire l'utilità di controllo file di sistema integrata in Windows 10:

  1. Usa la scorciatoia da tastiera del logo Windows + S per richiamare la ricerca.
  2. Digita cmd nell'area di ricerca.
  3. Individua il prompt dei comandi nell'elenco dei risultati.
  4. Fare clic con il tasto destro su di esso e selezionare Esegui come amministratore per aprire un prompt dei comandi con privilegi elevati.
  5. Ora digita sfc / scannow e premi Invio per eseguire il comando. Assicurati che il tuo registro sia privo di problemi.
  6. Attendi che la scansione finisca: potrebbe volerci un po '. Non dovresti interrompere il processo.
  7. Ottieni il tutto chiaro per procedere e uscire dalla finestra del prompt dei comandi con privilegi elevati.
  8. Riavvia il tuo PC. I file di sistema problematici rilevati dall'utilità verranno sostituiti all'avvio.

Ci auguriamo che l'utilizzo della CPU / RAM sia adeguato ora.

5. Limita l'utilizzo della CPU

Tutto inutile? In una situazione come questa, ti consigliamo di limitare manualmente la quantità di CPU che il processo Windows Shell Experience Host può utilizzare. Ecco come puoi farlo:

  1. Vai a Cerca e digita 'task manager' (senza virgolette).
  2. Seleziona Task Manager dall'elenco dei risultati della ricerca.
  3. Nel tuo Task Manager, vai alla scheda Dettagli.
  4. Individua Windows Shell Experience Host e fai clic con il pulsante destro del mouse su di esso. Usa Windows Defender per eliminare il malware.
  5. Seleziona l'opzione Imposta affinità.
  6. Seleziona il limite di CPU a cui desideri che Windows Shell Experience Host aderisca.

Dopo aver configurato le impostazioni, verifica se questa manovra si è rivelata utile.

6. Risolvi i tuoi problemi di registro

Problemi persistenti di utilizzo elevato di CPU / RAM spesso derivano da problemi con il registro di Windows, quindi potrebbe essere una buona idea riparare immediatamente questo componente di sistema. Detto questo, questo è estremamente rischioso: se commetti anche un piccolo errore, il tuo Windows potrebbe non riuscire ad avviarsi. Pertanto, ti sconsigliamo di modificare manualmente il registro. Tuttavia, puoi rimetterlo in carreggiata utilizzando un software affidabile. Ad esempio, Registry Cleaner è uno strumento gratuito al 100% che risolverà il tuo registro con precisione chirurgica, senza rischi.

Assicurati che il tuo sistema sia adeguatamente protetto.

7. Controlla il tuo PC alla ricerca di malware

Se tutti i metodi sopra riportati sono stati inutili, dovresti prendere in considerazione la scansione di Windows 10 alla ricerca di malware. Il punto è che qualcosa di dannoso può essere mascherato da Windows Shell Experience Host e violare il sistema in background.

Con questo in mente, affrettati a eseguire una scansione anti-malware completa del tuo sistema operativo. A tale scopo, puoi utilizzare la suite di sicurezza integrata di Windows Defender:

  1. Avvia le tue Impostazioni e seleziona Aggiorna e sicurezza.
  2. Fare clic su Windows Defender. Quindi seleziona Apri Windows Defender.
  3. Vai all'icona dello scudo nel riquadro di sinistra.
  4. Fare clic su Scansione avanzata. Seleziona Scansione completa.

Attendi che la scansione finisca. Sarai avvisato se sono presenti minacce sul tuo PC e ti verrà data l'opportunità di gestirle nel modo che ritieni più appropriato nelle circostanze attuali.

Tuttavia, sei libero di optare per una soluzione non Microsoft. Ad esempio, ti consigliamo di fortificare il tuo sistema con Anti-Malware: questo strumento è in grado di rintracciare ed eliminare le entità malware più pericolose e astute.

Ci auguriamo che i nostri suggerimenti ti abbiano aiutato a risolvere il tuo problema con Windows Shell Experience Host.

Tieni presente che puoi sempre utilizzare BoostSpeed ​​per ripulire il tuo sistema, migliorarne la privacy e dargli una spinta considerevole. Scegli il Estensioni della shell scheda per farlo in modo efficiente.