Come risolvere i problemi di installazione dell'aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018?

Il grande pubblico può finalmente scaricare l'aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018. Naturalmente, molti non vedono l'ora di scoprire le principali funzionalità che Microsoft ha aggiunto al sistema operativo. Se non puoi aspettare che Update Assistant si occupi automaticamente di tutto, puoi scaricare tu stesso la nuova versione di Windows 10.



Tuttavia, non dovresti dimenticare che in passato, gli aggiornamenti di Windows 10 erano noti per causare vari problemi di sistema. Spesso questi problemi si verificano perché gli utenti non sono stati in grado di preparare completamente i propri computer per un aggiornamento importante. Quei bug di aggiornamento di Windows 10 possono essere un problema da rimuovere una volta che hanno infettato il tuo PC. Quindi, ti insegneremo come risolvere questi problemi anche prima che si verifichino. In questo articolo, ti insegneremo come evitare i problemi di installazione dell'aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018.

Come installare l'aggiornamento di ottobre di Windows 10 senza problemi

  1. Esamina i requisiti di sistema per l'aggiornamento di Windows 10 (ottobre 2018)
  2. Eseguire una scansione antivirus dell'intero sistema
  3. Assicurati di avere ampio spazio
  4. Eseguire un avvio pulito
  5. Disattiva temporaneamente la tua VPN
  6. Rimuovere le periferiche non necessarie

Primo passaggio: rivedere i requisiti di sistema per l'aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018

Si verificheranno attacchi di problemi tecnici se il PC non soddisfa tutti i requisiti di sistema per eseguire l'ultima versione del sistema Windows. Quindi, prima di imparare come evitare i problemi di installazione dell'aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018, è necessario assicurarsi che il computer possa eseguire la versione del sistema operativo che si intende utilizzare. I requisiti di sistema per Windows 10 v1809 sono i seguenti:



  • Processore: processore o SoC da 1 gigahertz (GHz) o più veloce
  • RAM: 1 gigabyte (GB) per il sistema operativo a 32 bit o 2 GB per il sistema operativo a 64 bit
  • Spazio su disco rigido: 16 GB per sistema operativo a 32 bit o 20 GB per sistema operativo a 64 bit
  • Scheda grafica: DirectX9 o successivo con driver WDDM 1.0
  • Display: almeno 800 × 600

Secondo passaggio: eseguire una scansione antivirus dell'intero sistema

È possibile che infezioni da malware e virus impediscano il completamento del processo di aggiornamento. Quindi, è meglio eseguire una scansione completa del sistema prima di decidere di installare gli aggiornamenti. Ovviamente puoi farlo utilizzando lo strumento di sicurezza di Windows, Windows Defender. Tuttavia, se desideri una scansione più completa, ti consigliamo di utilizzare Anti-Malware.



Pianifica scansioni regolari per tenere alla larga il malware.

Questo strumento è in grado di rilevare minacce e virus che potrebbero sfuggire alla tua app di sicurezza principale. Inoltre, è progettato per essere compatibile con il sistema Windows. Quindi, puoi lasciarlo in esecuzione sul tuo computer durante l'installazione degli aggiornamenti e non causerà alcun problema.

Terzo passaggio: assicurati di avere abbastanza spazio

Ovviamente, è necessario disporre di spazio di archiviazione sufficiente per scaricare e installare Windows 10 versione 1809. Quindi, è necessario rimuovere i file temporanei, i file spazzatura e le cartelle non necessarie. Questa attività può essere noiosa, ma puoi semplificare il processo utilizzando BoostSpeed.



Fare clic su Analizza ora per diagnosticare il sistema.

Il modulo di pulizia in questo strumento spazzerà via tutti i tipi di spazzatura del PC, inclusi i file rimanenti di Windows Update, la cache del browser Web, i file temporanei di Sun Java e l'inutile cache di Microsoft Office, consentendo di recuperare preziosi gigabyte di spazio su disco rigido.

Quarto passaggio: eseguire un avvio pulito

È necessario impedire ad altri programmi e app di interferire con il processo di Windows 10 ottobre 2018. Pertanto, dovresti eseguire un avvio pulito sul tuo computer. Ciò consente di avviare il sistema, utilizzando solo il set essenziale di programmi e driver. Per farlo, devi seguire questi passaggi:

  1. Sulla tastiera, premi il tasto Windows + S.
  2. Digita 'msconfig' (senza virgolette), quindi premi Invio.
  3. Vai alla scheda Servizi, quindi seleziona l'opzione 'Nascondi tutti i servizi Microsoft'.
  4. Fare clic su Disabilita tutto.
  5. Seleziona la scheda Avvio, quindi fai clic su Apri Task Manager.
  6. Fare clic su un elemento di avvio, quindi premere Disabilita. Eseguire questo passaggio su tutti gli elementi nell'elenco.
  7. Una volta che hai finito di disabilitare gli elementi di avvio, esci da Task Manager.
  8. Riavvia il tuo computer.

Quinto passaggio: disattiva temporaneamente la tua VPN



In passato, molti utenti che utilizzavano software VPN hanno riscontrato problemi durante l'aggiornamento del proprio sistema. Quindi, prima di installare gli aggiornamenti, è consigliabile disattivare il tuo strumento VPN. In questo modo è possibile evitare potenziali problemi. Dopotutto, la tua VPN potrebbe bloccare i tuoi programmi e componenti Windows senza il tuo consenso. Quindi, la soluzione migliore è disabilitarlo mentre aggiorni il tuo sistema. Dopo aver eseguito correttamente l'upgrade, puoi abilitare nuovamente la tua VPN.

Sesto passaggio: rimuovere le periferiche non necessarie

Uno dei modi migliori per accelerare il processo di installazione è scollegare tutte le periferiche non necessarie. Dopo aver aggiornato il tuo sistema operativo Windows, puoi ricollegarli al tuo PC. In passato, gli utenti che eseguivano questa misura preventiva potevano installare nuovi aggiornamenti di sistema senza problemi. Quindi, non farà male se provi a fare lo stesso.

I suggerimenti che abbiamo condiviso in questo articolo dovrebbero aiutarti a evitare problemi con l'aggiornamento di ottobre di Windows 10. Se hai suggerimenti sulla preparazione di un dispositivo per questo importante aggiornamento, sentiti libero di condividerli nella sezione commenti qui sotto.