Come riparare il 'RAID Intel danneggiato / non riuscito segnalato in modo errato'?

Può essere frustrante quando qualche problema ti impedisce di accedere ai tuoi file essenziali. Quando questo accade a te, è naturale ispezionare il tuo computer per scoprire cosa c'è che non va. Quando controlli l'utilità Gestione disco, potresti scoprire di aver perso un volume RAID. Inoltre, potresti vedere solo un'unità D: non formattata. Potresti anche visualizzare uno stato Non riuscito quando controlli la configurazione CMOS del RAID tramite le impostazioni del BIOS.



Potresti essere preoccupato se tutti i tuoi file sono ora spariti. Bene, possiamo ancora insegnarti come riparare un RAID 0 rotto dopo un aggiornamento del firmware. C'è ancora un modo per risolvere il problema senza compromettere l'integrità dei tuoi dati.

Cosa sono RAID 0 e RAID 1?

Chiamato più comunemente RAID, Redundant Array of Independent Disks combina diverse unità in un unico volume con una velocità più elevata e una capacità nominale più elevata. Quando un'unità si guasta, il RAID dovrebbe essere una misura di sicurezza che consente all'utente di avere ancora accesso ai propri dati. È disponibile in diversi livelli di qualità, che sono illustrati dai numeri utilizzati per etichettare il prodotto. È tipico trovare RAID 0, RAID 1 e RAID 5 sul mercato. Tuttavia, potresti anche trovare alcuni negozi che vendono RAID 10, RAID 6 o RAID 5 + 1.



Permettici di suddividere le informazioni per te. Il RAID è un dispositivo nel tuo PC che aiuta il tuo sistema a distribuire ed estrarre i dati più velocemente. Inoltre, funziona come backup dei dati in caso di guasto dell'hardware. Vale la pena notare che il RAID non può essere sicuro per la perdita di dati a causa di infezione da malware, calamità naturali o furto.

Come ricreare il RAID



Il modo migliore per risolvere questo problema è ricreare il RAID. Tuttavia, è necessario sapere che questa soluzione funzionerà solo se il RAID malfunzionante non è il volume di avvio principale. In caso contrario, è necessario utilizzare una soluzione diversa per il sistema.

Per iniziare, segui i passaggi seguenti:

  1. La prima cosa che devi fare è accedere alle impostazioni del BIOS. Tieni presente che il processo per accedervi varia a seconda del produttore della scheda madre. Quindi, è meglio consultare il manuale del proprietario per sapere come accedere alla configurazione del BIOS.
  2. Una volta che sei all'interno delle impostazioni del BIOS, utilizza i tasti freccia per effettuare le selezioni corrette. Segui questo percorso: Avanzate -> Configurazione IDE -> Configura SATA come
  3. All'interno del menu Opzioni SATA, è necessario creare un Intel Matrix Raid. Per fare ciò, seleziona RAID.
  4. Salva le modifiche apportate premendo F10 sulla tastiera.
  5. Esci dalle impostazioni del BIOS.
  6. Riavvia il tuo PC.
  7. Durante il processo di avvio, premi Ctrl + I. In questo modo sarà possibile accedere all'utility Option ROM di Intel Matrix Storage Manager.
  8. Potresti vedere che i dischi hanno un'etichetta 'Non-RAID Disk'. Nel tuo caso, questo non è corretto. Quindi, è necessario sapere come riparare un 'Intel RAID 0 guasto / guasto' segnalato in modo errato.
  9. Seleziona l'opzione 3: reimposta dischi su non raid utilizzando i tasti freccia.
  10. Ora, è necessario selezionare l'altro disco del gruppo RAID guasto.
  11. Dopo aver effettuato la selezione, premi Y e Invio sulla tastiera.
  12. Una volta che entrambi i dischi hanno un'etichetta 'Non-RAID Disk', puoi iniziare a ricreare la configurazione RAID. Non preoccuparti di sovrascrivere i dati sui dischi. Questo processo toccherà solo l'area di configurazione RAID, che hai svuotato in precedenza.
  13. Scegli l'opzione 1: Crea volume raid.
  14. Seleziona i dischi giusti.
  15. Utilizza le stesse impostazioni del RAID originale che stai tentando di ripristinare per ricreare il nuovo volume RAID. Ricorda di mantenere i dischi nello stesso ordine di prima. Inoltre, è necessario garantire la stessa dimensione delle strisce.

Nota: idealmente, è meglio creare volumi RAID leggermente più piccoli della capacità effettiva dei dischi attuali.

  1. Dopo aver inserito i valori corretti, puoi creare il nuovo RAID premendo Y.

Il RAID dovrebbe ora avere un'etichetta 'Normale'. Inoltre, ora dovresti essere in grado di avviare il tuo sistema operativo. Tuttavia, ci sono ancora alcuni passaggi aggiuntivi che devi eseguire. Verrà visualizzato un messaggio sullo schermo che ti chiede se desideri uscire dall'utilità di configurazione. Premi Y, quindi procedi con i passaggi seguenti:

  1. Riavvia normalmente il computer.
  2. Ora premi il tasto Windows + S sulla tastiera.
  3. Nella casella di ricerca, digita 'gestione disco' (senza virgolette).
  4. Dai risultati, seleziona l'opzione 'Crea e formatta le partizioni del disco rigido'.



Nota: se viene visualizzato il messaggio 'Inizializza disco', assicurati di fare clic su Annulla.

  1. Dovresti essere in grado di vedere il volume RAID ripristinato. Tuttavia, il sistema potrebbe ritenere che ora sia vuoto e che non contenga alcuna informazione sulla partizione. Sfortunatamente, Windows non dispone di uno strumento integrato per il ripristino della partizione 'persa'. Quindi, per questo esempio, utilizzeremo lo strumento TestDisk per completare il processo. Scarica l'utilità, quindi eseguila.
  2. Una volta avviato TestDisk, vedrai l'interfaccia utente. Usa i tasti freccia per selezionare Crea.
  3. Scegli il volume appropriato. Nota: dovrebbe essere quello che contiene i dati necessari per il ripristino.
  4. La prossima cosa che devi fare è scegliere il tipo di tabella delle partizioni che hai precedentemente creato sul tuo volume
  5. Dopo averlo fatto, devi selezionare Analizza. Ciò consentirà allo strumento di ispezionare la partizione mancante.
  6. Ora scegli Ricerca rapida.
  7. Attendi un paio di secondi per consentire all'utilità di cercare la partizione. Scegli la partizione appropriata, quindi premi Invio.
  8. Nella schermata successiva, seleziona Scrivi. L'esecuzione di questo passaggio riscriverà la partizione ripristinata sul disco.
  9. Per confermare l'azione, premere Y.
  10. Ora premi Invio per riavviare il computer.
  11. Seleziona Esci per uscire dall'utilità TestDisk.
  12. Una volta riavviato il PC, controlla se riesci ad aprire i file e altri dati persi dall'unità disco.

Suggerimento: per assicurarti di essere sempre in grado di accedere ai tuoi file sul tuo disco rigido, devi mantenerlo in buone condizioni. In questo caso, ti consigliamo di utilizzare Disk Defrag Pro. Vale anche la pena notare che il RAID può fallire a causa di vari motivi, tra cui la corruzione del disco rigido e problemi del disco. Per far funzionare le tue unità con la massima efficienza, ti suggeriamo di ottimizzarle, utilizzando Disk Defrag Pro.

Questo strumento consente di deframmentare file inaccessibili durante il funzionamento del sistema. Inoltre, ottimizza il posizionamento dei file sulla tua unità. In questo modo, sarai in grado di garantire il funzionamento più efficiente e un accesso più rapido. Hai la libertà di scegliere tra più opzioni di pianificazione, consentendo di mantenere una velocità HDD costantemente elevata.



La cosa grandiosa di Disk Defrag Pro è che è disponibile anche come versione di prova gratuita. Puoi scaricarlo e testare alcune delle sue funzionalità gratuitamente. In questo modo, puoi dare un'occhiata a ciò che questo potente ottimizzatore di unità potrebbe fare per il tuo computer. Una volta deciso di acquistare una chiave di licenza, puoi utilizzare il programma su un massimo di tre PC!

Hai bisogno di chiarire qualcosa di cui abbiamo discusso in questo articolo?

Non esitate a porre le vostre domande nei commenti qui sotto!