Come correggere l'errore 'CHKDSK non può continuare in modalità di sola lettura'?

Una delle eccellenti caratteristiche del sistema operativo Windows è l'utilità Check Disk (CHKDSK). Verifica in modo efficiente l'integrità dei dati conservati su un disco rigido. Questo strumento è utile per identificare e risolvere errori che potrebbero danneggiare i dati e ostacolare le prestazioni complessive del PC.



Ci sono diversi vantaggi che puoi ottenere dall'utilità CHKDSK. Oltre a mantenere sani i tuoi file, può anche aiutare a riparare settori danneggiati e file di sistema danneggiati sul tuo computer. Tuttavia, vale la pena notare che CHKDSK non ha lo scopo di individuare i dischi rigidi guasti. Fa un lavoro efficace nel mantenere pulito il database di Windows. Inoltre, libera preziose risorse di sistema che potrebbero impedire al sistema di ottenere prestazioni ottimali.

In effetti, l'utilità CHKDSK è utile per risolvere diversi tipi di problemi relativi all'archiviazione, ai dischi e ai file system. Tuttavia, a volte, quando esegue la scansione di alcuni dispositivi di archiviazione esterni o della partizione del sistema operativo, mostra un messaggio di errore. Probabilmente ti sei imbattuto in questo articolo a causa di un problema del genere e potresti voler sapere come correggere errori trovati come il problema 'CHKDSK non può continuare in modalità di sola lettura'.



Esistono vari motivi per cui potrebbe verificarsi questo errore. Ad esempio, un'utilità o un programma diverso utilizza o esegue la scansione dell'unità. È anche possibile che l'unità sottoposta a scansione da CHKDSK abbia la funzione di protezione da scrittura abilitata. In questo caso, potresti chiedere: 'Come faccio a cambiare CHKDSK dalla modalità di sola lettura?' Non preoccuparti perché ti mostreremo i passaggi in questo articolo.

Soluzione 1: eseguire l'utilità CHKDSK dalla sezione Ripristino

  1. Usa il supporto di installazione di Windows per avviare il tuo sistema operativo. Se non lo hai, puoi scaricare Media Creation Tool dal sito Web di Microsoft, quindi salvarlo su un'unità flash USB.
  2. Dopo aver avviato il sistema operativo, seleziona Ripara il computer.
  3. Una volta arrivato alla schermata blu, segui questo percorso:



Risoluzione dei problemi -> Opzioni avanzate -> Prompt dei comandi

  1. Una volta che sei nel prompt dei comandi, esegui il comando seguente:

chkdsk x: / r / f

Nota: sostituire 'x' con la lettera del disco appropriata.

  1. Una volta completata la scansione, digita 'Esci' (senza virgolette) all'interno del prompt dei comandi. In questo modo la finestra verrà chiusa.
  2. Riavvia il PC, quindi controlla se l'errore è scomparso.

Soluzione 2: esecuzione di CHKDSK all'avvio



Se hai bisogno dell'utilità CHKDSK per riparare e ripristinare segmenti danneggiati sull'unità, puoi seguire i passaggi per la risoluzione dei problemi di seguito:

  1. Sulla tastiera, premi il tasto Windows + S.
  2. Nella casella di ricerca, digita 'Prompt dei comandi' (senza virgolette).
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi dai risultati, quindi selezionare Esegui come amministratore.
  4. Una volta che il prompt dei comandi è attivo, digita 'chkdsk / r' (senza virgolette), quindi premi Invio.

Potresti vedere questo messaggio:

'Chkdsk non può essere eseguito perché il volume è utilizzato da un altro processo. Si desidera programmare il controllo di questo volume al successivo riavvio del sistema? (S / N) '

  1. Digita 'Y' (senza virgolette) all'interno del prompt dei comandi, quindi premi Invio sulla tastiera.



L'utilità CHKDSK eseguirà una scansione al successivo avvio del PC.

Soluzione 3: disabilitare la funzione di protezione da scrittura

Questa sezione ti insegnerà come risolvere l'errore 'CHKDSK non può continuare in modalità di sola lettura' su un'unità dati. Come accennato, è possibile che l'utilità CHKDSK non possa eseguire la scansione dell'unità perché la funzione di protezione da scrittura su di essa è abilitata. Quindi, la prima cosa che devi fare è controllare se l'unità esterna interessata ha un blocco hardware. Se l'interruttore viene premuto per proteggere il dispositivo dalla scrittura accidentale, è possibile riportarlo in posizione Disabilita protezione da scrittura.

Se il problema persiste, è necessario controllare il registro di Windows per vedere se le impostazioni sono state modificate per bloccare le porte USB. Ecco i passaggi:

  1. Sulla tastiera, premi il tasto Windows + R.
  2. Nella finestra di dialogo Esegui, digita 'regedit' (senza virgolette), quindi fai clic su OK.
  3. Una volta che l'editor del registro è attivo, vai a questo percorso:



HKEY_LOCAL_MACHINE

  1. Ora vai al riquadro di sinistra, quindi espandi il contenuto della cartella Sistema.
  2. Espandi CurrentControlSet per trovare i servizi.
  3. Fare clic su USBSTOR.
  4. Vai al riquadro di destra, quindi fai doppio clic su Start.
  5. All'interno della casella, digita '3' (senza virgolette).
  6. Esci dall'Editor del Registro di sistema.

Suggerimento: per garantire prestazioni ottimali delle tue unità, ti consigliamo di utilizzare Disk Defrag Pro. Questo strumento consente di deframmentare file inaccessibili durante il funzionamento del sistema. Inoltre, ottimizza il posizionamento dei file sul disco rigido e fornisce un accesso più rapido per le operazioni più efficienti.

Trovi utile l'utilità CHKDSK?