Come trovare la posizione di salvataggio automatico di Word su Windows 10?

Uno dei processori di testo più popolari al mondo è innegabilmente Microsoft Word. Per la maggior parte degli utenti, questo programma consente loro di creare facilmente documenti di testo. Tuttavia, molti di noi tendono a dimenticare di salvare il proprio lavoro. Questo è anche il motivo per cui esiste la funzione di salvataggio automatico. Questa funzionalità ci aiuta a evitare la perdita di dati. Se ti stai chiedendo come trovare, attivare e accedere alla posizione di salvataggio automatico di Word su Windows 10, beh, sarai felice di aver trovato questo articolo!



Oggi ti insegneremo come aprire la posizione di salvataggio automatico di Word su Windows 10. Leggi questo post per sapere come recuperare i file che ti sei dimenticato di salvare.
P.S. Se non vuoi leggere l'articolo completo, puoi semplicemente guardare un breve video che mostra una soluzione rapida qui:

Metodo 1: una soluzione rapida

Soluzione rapida Per trovare rapidamente «Posizione di salvataggio automatico di Word su Windows 10» , utilizza uno strumento GRATUITO sicuro sviluppato dal team di esperti.

L'app non contiene malware ed è progettata specificamente per il problema descritto in questo articolo. Basta scaricarlo ed eseguirlo sul tuo PC. download gratuito

è un Microsoft® Silver Application Developer certificato. Microsoft conferma l'elevata esperienza di Auslogics nello sviluppo di software di qualità che soddisfi le crescenti esigenze degli utenti di PC.



Metodo 2: controllo delle impostazioni di Word

Ovviamente, prima di imparare come aprire la posizione di salvataggio automatico di Word su Windows 10, devi prima sapere come attivare la funzione. Puoi farlo seguendo le istruzioni seguenti:

  1. Avvia Word, quindi fai clic su File.
  2. Seleziona Opzioni, quindi fai clic su Salva nel menu del riquadro a sinistra.
  3. Assicurati che l'opzione 'Salva informazioni di salvataggio automatico' sia selezionata. È inoltre possibile scegliere l'intervallo di tempo preferito per il salvataggio automatico. Scegli il documento non salvato che desideri recuperare.
  4. Vai al campo Posizione file di salvataggio automatico. Qui vedrai la posizione della directory di salvataggio automatico. Per impostazione predefinita, è impostato su C: Users user AppData Roaming Microsoft Word . Tuttavia, puoi sempre modificarlo nella tua posizione preferita facendo clic sul pulsante Sfoglia.

Dopo aver individuato il percorso di salvataggio automatico sul computer, è necessario avviare Word e accedere alla directory. Cerca il file salvato automaticamente e fai doppio clic su di esso per aprirlo in Word. Vale la pena notare che la directory potrebbe essere nascosta nel tuo computer, specialmente quando si trova nella cartella AppData. È possibile accedere rapidamente alla cartella incollando la posizione nella barra degli indirizzi di Esplora file.



Ovviamente puoi comunque accedere manualmente a quella cartella. Devi solo seguire il percorso. Ricorda di rivelare gli elementi nascosti in modo da poter vedere la cartella AppData. Dopo averlo fatto, sarai in grado di accedere alla posizione del salvataggio automatico di Word senza problemi.

Metodo 3: controllo della cartella AppData

Come accennato, il percorso di salvataggio automatico predefinito per Word è la cartella AppData. Microsoft Word può salvare i file in varie posizioni, tra cui C: Users Your_username AppData Local Microsoft Word e C: Users Your_username AppData Local Temp. Le versioni più recenti del programma utilizzano una posizione diversa. In alcuni casi, i file non salvati possono essere trovati in C: Users Your_username AppData Local Microsoft Office UnsavedFiles.

Troverai vari tipi di file Word nelle suddette cartelle. In genere, i file di salvataggio automatico hanno una linea ondulata o una tilde prima del nome del file. Hanno anche un'estensione .tmp insieme a un numero di 4 cifre assegnato loro. Ecco alcune cose da considerare:

  • Un documento di Word all'interno di una cartella di salvataggio automatico avrà il seguente aspetto: ~ wrdxxxx.tmp.
  • Un file di documento temporaneo sarà simile a questo: ~ wrfxxxx.tmp.
  • Un file di ripristino automatico sarà simile a questo: ~ wraxxxx.tmp.

Vale la pena notare che i file di ripristino automatico completo non avranno l'estensione .tmp. Invece, li vedrai con un file. estensione wbk. Una volta trovato uno di questi file, fai doppio clic su di esso. In questo modo si aprirà il documento in Word. Assicurati di salvare il file dopo averlo aperto.

Metodo 4: utilizzo dell'opzione per il recupero di documenti non salvati

Se Word si arresta in modo imprevisto o chiudi accidentalmente il programma, niente panico. È comunque possibile aprire la posizione del salvataggio automatico seguendo le istruzioni riportate di seguito:

  1. Apri Word, quindi vai su File.
  2. Seleziona Recenti, quindi fai clic su Recupera documenti non salvati.
  3. Ora sarai in grado di vedere la cartella del percorso di salvataggio automatico. Ora puoi selezionare il documento che desideri ripristinare.

Un'altra opzione per accedere alla posizione di salvataggio automatico sarebbe quella di navigare in questo percorso:

File -> Informazioni -> Gestisci versioni -> Recupera documenti non salvati

Assicurati di salvare il file una volta aperto.

Parlando di recupero dei documenti, non possiamo assolutamente ignorare il problema dei file eliminati accidentalmente sul tuo computer. Vuoi ripristinare qualcosa che hai involontariamente cancellato in precedenza? Usa il Strumento di recupero file per recuperare i file di cui hai bisogno.

Metodo 5: ricerca sul computer di file .asd o .wbk

Word salva automaticamente i tuoi file. Tuttavia, in alcuni casi può essere difficile trovare la posizione del salvataggio automatico. Se non riesci a trovare dove si trova, sarebbe l'ideale per cercare l'estensione di file specifica. I file di Word salvati automaticamente hanno in genere un'estensione di file .asd o .wbk. Puoi cercare questi file seguendo queste istruzioni:

  1. Sulla tastiera, premi il tasto Windows + E. Questo dovrebbe avviare Esplora file.
  2. Una volta che Esplora file è attivo, fai clic sulla barra di ricerca nell'angolo in alto a destra.
  3. Digita '.wbk' o '.asd' (senza virgolette), quindi premi Invio.
  4. Il sistema cercherà tutti i file .wbk e .asd. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file e selezionare Apri posizione file. In questo modo si aprirà la posizione di salvataggio automatico di Word. Questo ti permetterà di vedere tutti i tuoi file salvati automaticamente.

Se non riesci a individuare alcun file .asd o .wbk, assicurati di cercare i file .tmp. Vale la pena notare che i file .tmp non sono necessariamente correlati a Word. Quindi, alcuni di loro potrebbero far parte di altre applicazioni. Puoi tornare al Metodo 2 per imparare a identificare i file temporanei associati a Word.

È vero che la funzione di salvataggio automatico di Word è piuttosto utile. Tuttavia, i file salvati automaticamente sono ancora soggetti a danneggiamento. Se vengono infettati da virus, li perderai completamente. Quindi, per proteggere i file salvati automaticamente e l'intero sistema, assicurati di utilizzare uno strumento di sicurezza affidabile come Anti-Malware. Questo programma rileva minacce e attacchi comuni e insoliti che possono danneggiare i file e danneggiare il computer. Con questo programma, puoi stare tranquillo sapendo che il tuo PC ei tuoi file sono sufficientemente protetti.

Metodo 6: controllo della directory dei documenti

In alcuni casi, i file salvati automaticamente possono essere trovati nella stessa directory in cui hai salvato il file. Tuttavia, questi file sono in genere nascosti. Puoi rivelarli seguendo i passaggi seguenti:

  1. Avvia Word.
  2. Vai a File, quindi fai clic su Apri.
  3. Fare clic su Sfoglia, quindi accedere alla directory in cui è stato salvato il file.
  4. Assicurati di modificare il tipo di file da 'Tutti i documenti di Word' a 'Tutti i file'.
  5. Dovresti essere in grado di vedere il file di backup. Questo file è facilmente riconoscibile perché avrà 'Backup di' nel nome.
  6. Apri il file, quindi salvalo.

Potete suggerire miglioramenti per questo articolo?

Condividili nei commenti qui sotto!

E se hai affrontato qualsiasi altro tipo di problema relativo al tuo PC, come il tuo computer che si spegne senza preavviso , faccelo sapere e troveremo una soluzione intelligente appositamente per te.