Come scoprire la causa dei BSOD utilizzando il Visualizzatore eventi

I problemi di Blue Screen of Death (BSOD) sono spaventosi errori di Windows che possono far prendere dal panico anche ai tecnici professionisti del PC. Indicano principalmente problemi hardware che il sistema operativo non è in grado di risolvere da solo. Tuttavia, potrebbero essere responsabili anche problemi software, come un driver di dispositivo o il danneggiamento del file di sistema.



Quando si verificano questi problemi, Windows non ha altra scelta che arrestarsi in modo anomalo e riavviare. La schermata blu viene visualizzata per dare un suggerimento del problema prima che il sistema si riavvii.

I BSOD sono abbastanza comuni nei PC Windows 10. Mentre alcuni si verificano a causa di problemi minori, altri segnalano gravi problemi di fondo.



La risoluzione dei problemi di questo tipo di errori può essere complicata, soprattutto quando non si conosce la causa. Con le poche informazioni sullo schermo blu, puoi ottenere una discreta quantità di aiuto su Internet. Tuttavia, puoi ottenere maggiori informazioni dal Visualizzatore eventi.



Il Visualizzatore eventi registra gli eventi che portano a errori. Anche se il tuo PC non presenta un singolo problema che noti, il programma registra segnali di allarme di problemi che potrebbero verificarsi in futuro. Non devi necessariamente tornare sempre a setacciare i tronchi alla ricerca di questi segni. Tuttavia, l'applicazione diventa importante quando il sistema presenta un errore irreversibile come una schermata blu.

In questo articolo, ti mostreremo come utilizzare il Visualizzatore eventi per scoprire il motivo dietro un BSOD.

Come trovare i registri degli errori della schermata blu su Windows 10

Segui questi passi:

  1. Fare clic sulla lente di ingrandimento nella barra delle applicazioni per aprire la casella di ricerca. Puoi anche premere Windows + S per richiamare la funzione di ricerca.
  2. Digita 'Visualizzatore eventi' (senza virgolette) una volta aperta la casella di ricerca e fai clic sul primo risultato della ricerca.

Nota: puoi anche premere Win + X o fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start e selezionare Visualizzatore eventi dal menu Power User.

  1. Una volta aperto il Visualizzatore eventi, vai al riquadro di sinistra ed espandi i registri di Windows.
  2. In Registri di Windows, fai clic su Sistema.
  3. Vai sul lato destro della finestra e fai clic su Crea visualizzazione personalizzata in Sistema.
  4. Quando viene visualizzata la finestra Crea visualizzazione personalizzata, rimani nella scheda Filtro.
  5. Vai al menu a discesa Registrato e seleziona Intervallo personalizzato.
  6. Quindi, scegli la data e l'intervallo di tempo in cui si è verificato BSOD una volta visualizzata la finestra di dialogo Intervallo personalizzato.
  7. Fare clic su OK nella finestra di dialogo Intervallo personalizzato.
  8. Vai a Livello evento nella finestra di dialogo Crea visualizzazione personalizzata e seleziona le caselle Critico, Avviso ed Errore.
  9. Fare clic su OK, immettere un nome per la visualizzazione personalizzata appena creata, quindi fare nuovamente clic su OK.
  10. Nella finestra principale del Visualizzatore eventi, ora vedrai l'elenco degli eventi di avviso, critici ed errore che si sono verificati nell'intervallo di tempo selezionato.
  11. Fare doppio clic su un registro eventi e fare riferimento alla scheda Dettagli per controllare i dettagli di quell'evento.
  12. Google l'ID evento se non capisci la descrizione e troverai aiuto su ciò che deve essere fatto.

Cosa succede se il tuo sistema si riavvia sempre?



Alcuni errori di schermata blu getteranno il tuo PC in un ciclo infinito di riavvii. La cosa migliore da fare in questo scenario è controllare il Visualizzatore eventi in modalità provvisoria.

Hai due modi per entrare in modalità provvisoria:

  1. Passando attraverso l'ambiente di riparazione automatica
  2. Utilizzo di supporti riavviabili

Passando attraverso l'ambiente di riparazione automatica

Questo metodo implica l'inganno del tuo computer a credere che qualcosa sia andato storto con il processo di avvio per attivare la funzione di riparazione automatica. I BSOD in genere non influenzano il processo di avvio iniziale. Quindi, Windows probabilmente non si renderà conto che qualcosa non va finché non sarà il momento di caricare le applicazioni di avvio.

Segui questi passaggi per accedere all'ambiente di ripristino di Windows:

  1. Tieni premuto il pulsante di accensione per forzare lo spegnimento del PC.
  2. Accendi il computer e costringilo a spegnersi di nuovo dopo che viene visualizzato il logo del produttore del sistema.
  3. Ripeti il ​​passaggio 2 due volte e vedrai il messaggio 'Attendi'. Se non vedi il messaggio, ripeti i passaggi. Se non accade nulla, passa alla guida successiva per utilizzare il supporto di avvio.
  4. Quando viene visualizzata la schermata Riparazione automatica, fare clic sul pulsante Opzioni avanzate.
  5. Nella schermata Scegli un'opzione, fare clic su Risoluzione dei problemi.
  6. Ora, fai clic su Opzioni avanzate in Risoluzione dei problemi, quindi fai clic su Impostazioni di avvio una volta aperta la schermata Opzioni avanzate.
  7. Fare clic sul pulsante Riavvia nella schermata Impostazioni di avvio e quando il sistema si riavvia nella pagina Opzioni di avvio, premere il numero accanto a Modalità provvisoria o Modalità provvisoria con rete (se si desidera utilizzare Internet).
  8. Una volta avviato il PC in modalità provvisoria, apri il Visualizzatore eventi per verificare la causa del BSOD.

Utilizzo di supporti riavviabili

Anche la funzione di riparazione automatica può essere interrotta. In tal caso, dovrai utilizzare un supporto di avvio.



Il supporto di avvio consente di caricare l'installazione di Windows e l'ambiente di riparazione anche se il sistema non si avvia. Potrebbe essere un'unità flash USB o un DVD. Se non disponi di un DVD di Windows 10, puoi utilizzare un altro computer per creare un supporto di avvio. Puoi utilizzare uno strumento di terze parti, noto come Rufus, o lo strumento di creazione multimediale di Microsoft. Ti mostreremo come utilizzare entrambi i programmi.

Creazione di una USB di Windows 10 avviabile utilizzando Rufus

Rufus è un programma di terze parti gratuito per la creazione di supporti di avvio. Tutto ciò di cui hai bisogno è la tua unità flash USB e il file immagine ISO più recente di Windows 10, che puoi scaricare dal sito Web di Microsoft.

Prima di utilizzare qualsiasi programma, assicurati di aver scaricato il file ISO dal sito di Microsoft.

Segui questi passi:

  1. Scarica Rufus da Internet.
  2. Fare clic con il tasto destro sul file Rufus.exe ed eseguirlo come amministratore.
  3. L'applicazione rileverà automaticamente l'unità collegata al computer.
  4. Assicurati che il nome della tua unità flash USB sia visualizzato nell'elenco a discesa Dispositivo.
  5. Scegli Disco o Immagine ISO dal menu a discesa Selezione avvio, quindi fai clic sul pulsante Seleziona.
  6. Vai alla directory in cui si trova il tuo file ISO, fai clic sul file e quindi sul pulsante Apri.
  7. Quindi, scegli MBR dal menu a discesa Schema di partizione, quindi seleziona BIOS o UEFI in Sistema di destinazione.
  8. Ora, in Proprietà unità avanzate, seleziona la casella associata a 'Aggiungi correzioni per vecchi BIOS'.
  9. Vai alle Opzioni di formattazione avanzate nel segmento Opzioni di formato e seleziona le caselle di controllo Formattazione rapida e 'Crea file di etichette e icone estesi'.
  10. Fare clic sul pulsante Start e seguire la barra di avanzamento in Stato.
  11. La barra di avanzamento mostrerà un messaggio Pronto una volta completato il processo.

Utilizzo dello strumento di creazione di Windows Media

Seguire questi passaggi per creare il supporto di avvio, utilizzando lo strumento di creazione dei supporti:

  1. Vai al sito Web di Microsoft e scarica lo strumento di creazione multimediale.
  2. Eseguilo sul tuo computer.
  3. Seleziona il pulsante di opzione 'Crea supporto di installazione per un altro PC' quando si apre la finestra di installazione di Windows 10, quindi fai clic su Avanti.
  4. Nella pagina successiva, scegli la lingua, l'edizione di Windows 10 (Home, Pro o Enterprise) e l'architettura del sistema operativo (64 bit o 32 bit).
  5. Selezionare l'opzione unità flash USB in 'Scegli il supporto da utilizzare', quindi fare clic su Avanti.
  6. Consenti allo strumento di completare il processo.



Dopo aver creato l'USB avviabile, inseriscilo nel tuo sistema e riavvia. Assicurati di modificare l'ordine di avvio di conseguenza. Quando il computer si accende, premi un tasto qualsiasi se ti viene richiesto. Quando viene visualizzata la schermata di installazione di Windows, fare clic su Ripara il computer nell'angolo in basso a sinistra.

La schermata 'Scegli un'opzione' dovrebbe ora aprirsi. Fare clic su Risoluzione dei problemi. Quando viene visualizzata la schermata Risoluzione dei problemi, fare clic sul riquadro Opzioni avanzate. Ora, fai clic su Impostazioni di avvio una volta aperta la schermata Opzioni avanzate. Fare clic su Riavvia. Dopo l'avvio del computer nella schermata Opzioni di avvio, tocca il numero accanto a Modalità provvisoria e attendi che il PC si riavvii in Modalità provvisoria.

È ora possibile utilizzare il Visualizzatore eventi in modalità provvisoria per verificare la causa del BSOD.

Altri modi per verificare le cause degli errori di schermata blu

Il Visualizzatore eventi non è l'unico programma che registra i motivi per cui il tuo sistema si arresta in modo anomalo. È inoltre possibile utilizzare Monitoraggio affidabilità e leggere un file di dump.

Utilizzo del monitoraggio dell'affidabilità

Windows Reliability Monitor è un'applicazione che tiene traccia dei problemi del software e mantiene un registro dettagliato degli eventi, soprattutto quando si verifica un arresto anomalo. L'interfaccia è intuitiva e funziona abbastanza bene su Windows 10. Nota che il tuo computer deve avviarsi normalmente se intendi utilizzare il programma. In caso contrario, puoi provare ad aprirlo in modalità provvisoria.

Esistono diversi modi per aprire Monitoraggio affidabilità di Windows. Puoi passare attraverso il Pannello di controllo, utilizzare la finestra di dialogo Esegui o utilizzare Impostazioni.

Per aprire il programma tramite il Pannello di controllo, avvia il Pannello di controllo, quindi fai clic su Sistema e sicurezza. Fai clic su 'Controlla lo stato del tuo computer e risolvi i problemi' in Sicurezza e manutenzione. Nella pagina successiva, espandere la sezione Manutenzione e fare clic su Visualizza cronologia affidabilità.

Per utilizzare la finestra di dialogo Esegui, apri il programma (premi Windows + R), digita 'perfmon / rel' (non aggiungere le virgolette), quindi premi Invio.

Il modo più semplice è cercare l'applicazione nel menu Start. Fare clic sulla lente di ingrandimento nella barra delle applicazioni o premere i tasti Windows e S insieme, quindi digitare 'cronologia affidabilità' (senza virgolette). Fare clic su Visualizza cronologia affidabilità nei risultati della ricerca.

Il monitoraggio dell'affidabilità organizza i risultati per giorni. Puoi modificare il registro per visualizzare in anteprima gli eventi per settimane, ma ti consigliamo di farlo per giorni. Le date nella colonna di destra sono le più recenti. Un segno X cerchiato in rosso indica un errore di sistema che ha portato a un arresto anomalo. Fai clic sulla colonna del giorno in cui si trova il segno rosso, quindi controlla la sezione Dettagli affidabilità per avere una panoramica di ciò che è accaduto. Fare doppio clic su un evento per saperne di più.

Normalmente, nella parte inferiore della finestra principale di Monitoraggio affidabilità è presente un collegamento descritto come 'Cerca soluzioni a tutti i problemi'. Anche se puoi provarlo, non farti sperare perché la funzione non è sempre di aiuto.

Lettura di un file di dump

Windows crea tradizionalmente un file di dump nella memoria di sistema che visualizza le applicazioni in esecuzione prima che si verificasse l'arresto anomalo. Le informazioni che trovi qui potrebbero aiutarti a risolvere i problemi della schermata blu, soprattutto se un programma la sta attivando.

Esistono due modi principali per analizzare il file di dump: utilizzando il kit del driver di Windows e utilizzando un programma gratuito di terze parti. Copriremo entrambi i metodi.

Utilizzo del kit dei driver di Windows per analizzare il file di dump

Il Windows Driver Kit, o WDK in breve, è un set di strumenti utilizzato per sviluppare, eseguire il debug, testare e distribuire i driver di Windows. Una delle sue funzioni di debug è leggere i file di dump in cui è possibile rilevare gli errori del driver. Il kit è stato progettato principalmente per gli sviluppatori che creano driver per i dispositivi di sistema. Tuttavia, puoi utilizzarlo per verificare le cause degli errori di schermata blu.

Ecco una guida passo passo su come utilizzare il Windows Driver Kit:

Installazione del kit del driver di Windows:

  1. Vai al sito Web di Microsoft e scarica il Windows Driver Kit per il tuo sistema operativo. Dovrai estrarre un file ISO di grandi dimensioni.
  2. Dopo aver scaricato il kit, apri il file ISO utilizzando Esplora file. Puoi scegliere di masterizzarlo su un DVD, se lo desideri.
  3. Passa alla cartella Debugger per installare prima lo strumento di debug. Assicurati di scaricare quello giusto per il tuo sistema. Scegli setup_amd64.exe se utilizzi un sistema operativo a 64 bit e setup_x86.exe se il tuo sistema operativo è a 32 bit.
  4. Quindi, esegui il file wdksetup.exe.
  5. Al termine dell'installazione, vai al menu Start e cerca Prompt dei comandi. Una volta che il programma viene visualizzato sui risultati, fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare 'Esegui come amministratore'. Fare clic su Sì nella finestra a comparsa Controllo account utente.
  6. Quando si apre il prompt dei comandi, digita 'C: Programmi (x86) Windows Kits 10 Debuggers x86' (non aggiungere le virgolette) e premi il tasto Invio per passare alla cartella WDK.
  7. Dopodiché, digita 'windbg.exe -IA' (senza virgolette) e premi Invio, quindi fai clic su OK nel prompt che viene visualizzato. Il debugger di Windows ora aprirà automaticamente i file DMP (dump).

Impostazione del percorso del simbolo nel debugger di Windows:

  1. Vai al menu Start e cerca windbg. Fare clic su WinDbg nei risultati della ricerca per aprire Windows Debugger.
  2. Una volta visualizzata la finestra del debugger di Windows, vai nell'angolo in alto a sinistra e fai clic su 'Symbol File Path ...'.
  3. Digita 'SRV * C: SymCache * http: //msdl.microsoft.com/download/symbols' (senza virgolette) nella casella Percorso simboli e fai clic su OK.

Lettura del file dump:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start e selezionare Esegui o toccare insieme i pulsanti della tastiera Windows e R.
  2. Digita '% systemroot%' (senza virgolette) nella casella di testo della finestra di dialogo Esegui e premi il pulsante Invio della tastiera.
  3. Una volta aperta la cartella, vai alla scheda Visualizza nella parte superiore della finestra e seleziona la casella di controllo 'Elementi nascosti'.
  4. Puoi anche aprire il file di dump andando in C: Windows Minidump. Un altro modo per aprirlo è fare clic su File in WinDbg e fare clic su Apri file di dump.
  5. Una volta che Windows Debugger apre il file, dovresti vedere un elenco di programmi in esecuzione prima che la schermata blu colpisse.

Utilizzando l'utilità BlueScreenView

Questo è un programma di terze parti gratuito. Il suo unico scopo è trovare le cause degli errori di schermata blu visualizzando il contenuto dei file di dump. Ti mostrerà un elenco di programmi in esecuzione prima che si verificasse l'errore della schermata blu.

I passaggi seguenti ti mostreranno come usarlo:

  1. Vai alla barra delle applicazioni e fai clic sulla lente di ingrandimento per aprire la funzione di ricerca.
  2. Digita 'Visualizza impostazioni di sistema avanzate' (senza virgolette) nella casella di ricerca.
  3. Fare clic sul primo risultato.
  4. Una volta che la finestra di dialogo Proprietà del sistema si apre nella scheda Avanzate, vai alla sezione Avvio e ripristino. Fare clic su Impostazioni.
  5. Dopo che si apre la finestra di dialogo Avvio e ripristino, vai al menu a discesa 'Scrivi informazioni di debug' e seleziona Immagine memoria ridotta.
  6. Fare clic su OK. Ciò consente a programmi leggeri come BlueScreenView di leggere i file di dump in futuro.
  7. Ora scarica BlueScreenView e installalo.
  8. Una volta completata l'installazione, assicurati che la casella di controllo 'Esegui NirSoft BlueScreenView' sia selezionata.
  9. Dovresti essere in grado di vedere il tuo file dump nella sezione superiore della finestra. I dettagli di ogni file appariranno nella metà inferiore della finestra. Troverai tutte le applicazioni in esecuzione prima che si verificasse l'arresto anomalo.

Conclusione

Un modo per prevenire i BSOD è tenere i programmi dannosi fuori dal tuo sistema. Per farlo, procurati un'applicazione di sicurezza efficace come Anti-Malware. La cosa grandiosa dello strumento è che può essere utilizzato insieme al tuo programma antivirus principale e persino alla sicurezza di Windows.

Si spera che non dovrai fare riferimento a questo articolo in futuro. Facci sapere cosa ne pensi dei BSOD nella sezione commenti qui sotto. Puoi anche farci domande.