Come cancellare la cronologia delle ricerche e le informazioni sulle attività recenti su Windows 10?

Potresti non saperlo, ma ogni volta che esegui una ricerca nella casella di ricerca della barra delle applicazioni sul tuo PC Windows 10, queste informazioni verranno memorizzate nel sistema. Inoltre, quando premi la combinazione di tasti Win + S sul tuo PC, vedrai un elenco degli elementi di ricerca recenti. La cronologia delle ricerche viene visualizzata anche quando fai clic sulla casella di ricerca sulla barra delle applicazioni.



Forse non è qualcosa con cui ti senti a tuo agio e, naturalmente, preferiresti mantenere private queste informazioni. Per fortuna, ci sono diverse cose che puoi fare per far sparire queste informazioni.

Se ti stai chiedendo come cancellare l'attività recente in Windows 10, sei nel posto giusto. In questo post, ti forniremo i passaggi per nascondere le tue ricerche recenti nella barra delle applicazioni di Windows.



Come trovare la cronologia delle attività su Windows 10?

Se vuoi vedere l'elenco di tutte le tue attività recenti sul tuo computer, dovrai semplicemente seguire i rapidi passaggi seguenti:

  • Innanzitutto, usa la combinazione di tasti Win + I sul tuo PC per accedere alle Impostazioni di Windows.
  • Una volta che sei in Impostazioni, fai clic su Privacy.
  • Sul lato sinistro della finestra Privacy, seleziona Cronologia attività.
  • Scorri verso il basso fino a trovare Gestisci i dati dell'attività del mio account Microsoft.
  • Il tuo browser web predefinito si aprirà ora e ti verrà chiesto di accedere usando il tuo
  • Microsoft account.
  • Una volta effettuato l'accesso, fai clic sulla scheda Cronologia attività.
  • Qui potrai vedere la cronologia delle tue attività.



Ora, questa può essere una funzione piuttosto utile da avere a bordo. Ad esempio, se condividi il tuo computer con altre persone, la scheda Cronologia ti consentirà di vedere quali modifiche sono state apportate al tuo sistema. D'altra parte, è anche perfettamente comprensibile il motivo per cui potresti voler disabilitare questa opzione. Potresti semplicemente non volere che gli altri siano in grado di monitorare la tua attività su un computer. In questo caso, ecco come cancellare la cronologia delle ricerche di Windows 10.

Come disattivare la cronologia su Windows 10?

Se sei pronto per eliminare la cronologia delle attività sul tuo PC Windows 10, dovrai eseguire i seguenti passaggi:

  • Innanzitutto, usa la combinazione di tasti Win + I sulla tastiera (proprio come abbiamo fatto sopra) per visualizzare le Impostazioni di Windows.
  • Quindi, fai clic sull'opzione di ricerca.
  • Vai alla scheda Autorizzazioni e cronologia.
  • Qui vedrai una sezione chiamata Cronologia.
  • Seleziona Cancella cronologia ricerche dispositivo.

Ecco fatto: la cronologia delle ricerche di Windows è stata cancellata.



Per confermare che la cronologia delle ricerche è stata rimossa con successo, puoi fare clic sulla casella di ricerca sulla barra delle applicazioni e controllare se puoi vedere le tue ricerche recenti. Se non puoi, i passaggi che hai appena eseguito hanno funzionato. In caso contrario, potrebbe essere necessario tornare indietro e assicurarsi di aver completato correttamente tutti i passaggi.

Ora che la cronologia è stata cancellata, potresti voler fare un ulteriore passaggio per assicurarti che Windows non continui a memorizzare la cronologia delle tue attività. Per fare ciò, dovrai apportare alcune modifiche al registro. Tuttavia, prima di avviare il processo nell'Editor del Registro di sistema, si consiglia vivamente di creare un punto di ripristino del sistema.

Un punto di ripristino del sistema è una funzionalità molto utile in Microsoft Windows che consente agli utenti di tornare a un punto precedente nel tempo sul proprio sistema. È possibile utilizzare questa funzione per risolvere tutta una serie di malfunzionamenti e problemi sul computer. Dopotutto, riporta il tuo sistema a un'epoca in cui questi problemi non esistevano.



Quindi, come si crea un punto di ripristino del sistema? Il processo è abbastanza semplice e non richiederà molto tempo. Segui i passaggi seguenti.

Il primo passo sarebbe assicurarti che Ripristino configurazione di sistema sia abilitato sul tuo computer. Nella maggior parte dei casi, sarà abilitato per impostazione predefinita. Tuttavia, in alcuni casi, potrebbe essere stato spento accidentalmente. Pertanto, è meglio assicurarsi che la funzione sia abilitata sul PC. Ecco come:

  • Vai alla barra di ricerca e digita 'ripristino configurazione di sistema' (senza virgolette).
  • Fare clic su Crea un punto di ripristino.
  • Vai a Protezione del sistema.
  • Seleziona l'unità che desideri controllare e fai clic su Configura.
  • Controlla se Attiva la protezione del sistema è abilitato: dovrai abilitare è per il
  • Utilità di ripristino del sistema per funzionare.

Ora puoi andare avanti e creare un punto di ripristino del sistema:

  • Vai all'inizio.
  • Seleziona Pannello di controllo.
  • Quindi, vai a Sistema e manutenzione.
  • Fare clic su Sistema.
  • Sul lato sinistro, seleziona Protezione del sistema.
  • Una volta nella scheda Protezione del sistema, fare clic su Crea.



Immettere una descrizione per il punto di ripristino che si desidera creare. È possibile utilizzare la data in cui è stato creato questo punto di ripristino o descrivere il motivo per cui l'hai creato: ad esempio, 'prima dell'aggiornamento'.)

  • Infine, fai clic su Crea.

Ecco fatto: hai creato con successo un punto di ripristino del sistema che ti darà le spalle se qualcosa va storto quando apporti modifiche al registro.

Ora torniamo alla modifica del registro. Ecco i passaggi da eseguire per impedire a Windows di archiviare le informazioni sull'attività di ricerca:

  • Sulla tastiera, premi contemporaneamente i tasti Win + I.
  • Digita 'regedit' (senza virgolette) e premi Invio.
  • È possibile che venga visualizzato un messaggio di controllo dell'account utente: fare clic su Sì.
  • Quindi, vai a questo percorso:
  • Assicurati che il valore DWORD sia impostato su 0.
  • Fare clic su OK per salvare le modifiche apportate.

Ecco fatto: Windows non memorizzerà più la cronologia di ricerca di Windows in locale.

Infine, se vuoi assicurarti che tutti gli altri elementi sul tuo PC funzionino correttamente, puoi utilizzare uno strumento specializzato come BoostSpeed. BoostSpeed ​​è un toolkit essenziale per l'ottimizzazione del sistema che può aiutarti a evitare e risolvere un'intera gamma di glitch ed errori. Con BoostSpeed, sarai in grado di rimuovere le applicazioni non necessarie, eliminare la spazzatura, snellire il tuo Windows e rimuovere i duplicati di file. Lo strumento deframmenta anche le unità e pulisce il registro senza rischi.

BoostSpeed ​​viene fornito con un intero set di strumenti dedicati in grado di risolvere una serie di potenziali problemi del PC. Per esempio, la scheda Ottimizza in BoostSpeed ti consente di aumentare le prestazioni del sistema utilizzando una modalità specifica in base a ciò su cui stai lavorando. Puoi scegliere tra Modalità gioco, Modalità ufficio, Modalità economica, Modalità normale e Modalità personalizzata e il tuo sistema verrà adattato immediatamente alle tue esigenze con un solo clic.

Ci auguriamo che questo post sia stato utile e che tu abbia trovato le risposte alle tue domande. Preferisci che la cronologia delle ricerche venga archiviata da Windows o che le funzionalità siano disabilitate? Fateci sapere nei commenti.