Correzione del problema 'Al momento non sei autorizzato ad accedere a questa cartella'

Probabilmente sei arrivato su questo articolo perché stavi cercando una soluzione a questo errore:



'Al momento non sei autorizzato ad accedere a questa cartella.'

Se hai riscontrato questo problema dopo l'aggiornamento da Windows 7 a Windows 10, beh, non sei solo. Ci sono molti utenti che hanno riscontrato lo stesso problema, che ha impedito loro di accedere, eliminare o persino rinominare i propri file e cartelle. Le stesse limitazioni esistono anche quando l'utente ha effettuato l'accesso al proprio computer utilizzando un account amministratore.



Che cosa significa l'errore 'Al momento non sei autorizzato ad accedere a questa cartella'?

Se in passato hai gestito il codice di errore 0x80007005, il problema in questione potrebbe sembrarti familiare. Entrambi gli errori vengono attivati ​​da modifiche che avvengono durante il processo di aggiornamento a Windows 10.



È possibile che tu abbia un utente precedente in Windows 7. Tieni presente che questa funzione non è più disponibile su Windows 10. Per questo motivo, le cartelle vengono bloccate automaticamente. Questo è il modo in cui il tuo sistema ti dice che devi riassegnare la proprietà delle cartelle.

Perché si verifica l'errore 'Al momento non sei autorizzato ad accedere a questa cartella'?

Secondo Microsoft, diversi fattori possono causare questo problema:

  • In qualche modo, l'utente o il gruppo è stato rimosso dall'elenco dei 'gruppi o nomi utente' consentiti nella scheda Sicurezza della cartella.
  • Una funzione esplicita 'Nega' è stata applicata per errore all'utente o al gruppo.
  • Esiste un conflitto tra le autorizzazioni New Technology File System (NTFS) e le autorizzazioni di condivisione.

Non preoccuparti perché ci sono diverse soluzioni alternative per questo problema. Se lo vuoi sapere



come correggere l'errore 'Al momento non sei autorizzato ad accedere a questa cartella'

, continua a leggere questo articolo.

Soluzione 1: modifica della proprietà della cartella

Come accennato, le cartelle sono state bloccate automaticamente dopo l'aggiornamento a Windows 10. Ora, probabilmente ti starai chiedendo: 'Come faccio a correggere le autorizzazioni in Windows 10?' Tutto quello che devi fare è seguire le istruzioni seguenti:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella interessata, quindi selezionare Proprietà.
  2. Vai alla scheda Sicurezza e cerca il nome utente o la sezione del gruppo.
  3. Se non hai accesso a quella cartella, fai clic sul pulsante Avanzate.
  4. Una volta che sei nella finestra Impostazioni di sicurezza avanzate, vai alla sezione Proprietario in alto, quindi fai clic sul collegamento Modifica. In questo modo dovrebbe apparire la finestra Utente o Gruppo.
  5. Una volta visualizzata la finestra Utente o Gruppo, scegli Avanzate.
  6. Immettere il nome del proprio account utente, quindi fare clic su Controlla nomi. Puoi anche fare clic sul pulsante Trova ora. Una volta visualizzato l'elenco degli account disponibili, scegli il tuo account, quindi fai clic su OK.
  7. Ricorda di selezionare l'opzione 'Sostituisci proprietario su sottocontenitori e oggetti', quindi fai clic su OK per salvare le modifiche.

Soluzione 2: deselezionare l'opzione 'Sola lettura'



Prima di procedere con le istruzioni, devi sapere che questa particolare soluzione funziona solo in rari casi. Detto questo, non c'è nulla di male nel provarlo anche tu. Ecco i passaggi:

  1. Avvia Esplora file, quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella interessata.
  2. Seleziona Proprietà dalle opzioni.
  3. Una volta visualizzata la finestra Proprietà, deseleziona l'opzione Sola lettura.
  4. Fare clic su OK e su Applica per salvare le modifiche.

Se sei fortunato, potresti riottenere l'accesso alla cartella interessata. D'altra parte, se la soluzione non funziona, riceverai un messaggio di errore che dice 'Accesso negato'. Nulla verrà danneggiato e la cartella interessata rimarrà semplicemente bloccata. Quindi, non devi preoccuparti di nulla. Quello che puoi fare è provare la prossima soluzione.

Soluzione 3: utilizzo del prompt dei comandi

Se scopri di avere diverse cartelle inaccessibili, ti suggeriamo di utilizzare il prompt dei comandi per assumere la proprietà della cartella principale di Windows. Per farlo, segui semplicemente i passaggi seguenti:

  1. Sulla tastiera, premi il tasto Windows + S.
  2. Ora, digita 'Prompt dei comandi' (senza virgolette).
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi dai risultati, quindi selezionare Esegui come amministratore dalle opzioni.
  4. Una volta che il prompt dei comandi è attivo, esegui il comando seguente:



takeown / F 'percorso completo della cartella o dell'unità' / A / R / D Y

  1. Riavvia il tuo computer.

Soluzione 4: fornire l'autorizzazione a tutti

Se i metodi precedenti non funzionavano per te, potresti ancora chiederti: 'Come posso ottenere l'autorizzazione per accedere a una cartella?' È possibile aprire la finestra Proprietà della cartella e fornire l'autorizzazione a tutti. Ecco i passaggi:

  1. Apri Esplora file e fai clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella interessata.
  2. Seleziona Proprietà dalle opzioni.
  3. Una volta visualizzata la finestra Proprietà, vai alla scheda Sicurezza, quindi fai clic sul pulsante Modifica.
  4. Seleziona Aggiungi, quindi digita 'tutti' (senza virgolette).
  5. Fare clic su Controlla nomi, quindi su OK.
  6. Vai alla sezione Consenti, quindi seleziona Tutti.
  7. Ora scegli Controllo completo.
  8. Fare clic su Applica e OK.

Se hai provato tutte le soluzioni che abbiamo fornito e non riesci ancora ad aprire le tue cartelle, forse è il momento di verificare se il tuo PC è stato infettato da virus o malware. In qualche modo, il malware ha raggiunto il tuo computer, impedendoti di accedere alle tue cartelle. Per determinare se questo è il caso, ti consigliamo di utilizzare un potente programma software di sicurezza come Anti-Malware.

Tieni presente che il malware può causare gravi malfunzionamenti del computer, rallentamenti o persino un arresto anomalo del sistema. Quindi, è consigliabile eseguire una scansione completa del PC, utilizzando Anti-Malware. In questo modo, puoi neutralizzare le minacce e riportare il tuo computer in sicurezza.

La cosa fantastica di Anti-Malware è che è in grado di rilevare elementi dannosi che potrebbero non essere rilevati dal tuo antivirus principale. Inoltre, è progettato per non entrare in conflitto con Windows Defender. In quanto tale, puoi rafforzare la tua sicurezza e mantenere il tuo computer sicuro e protetto.

Riesci a pensare ad altri metodi che possono aiutarti a riottenere l'accesso alle tue cartelle?

Non esitate a condividerli nella sezione commenti qui sotto!