Correzione dell'utilizzo elevato della CPU da parte del servizio di repository di stato in Windows 10

Se il computer continua a bloccarsi o rallentare dopo aver aperto Microsoft Edge, il problema potrebbe essere correlato al servizio di repository di stato. Molti utenti Windows hanno riscontrato che questo è il problema dopo aver controllato il Visualizzatore eventi durante le indagini sui fastidiosi rallentamenti.



Se ti trovi in ​​questa pagina web, significa che stai cercando una soluzione ai picchi di CPU causati dal servizio. A quanto pare, abbiamo compilato alcune soluzioni efficaci che possono aiutarti a sbarazzarti del problema.

Che cos'è il servizio di repository di stato su Windows 10 e perché causa un utilizzo elevato della CPU?

Lo State Repository Service è un servizio di Windows correlato al tuo browser. Ti consente di acquisire istantanee delle tue sessioni di navigazione in modo da poter utilizzare un browser diverso, possibilmente su un altro dispositivo, per tornare alla sessione di navigazione. È anche coinvolto in una serie di altre attività di navigazione.



La maggior parte degli utenti ha affrontato il picco nell'utilizzo della CPU da parte del servizio dopo aver eseguito un'installazione pulita di Windows 10. Il problema si verifica solitamente quando viene aperto un collegamento esterno in Microsoft Edge. Il servizio può aumentare l'utilizzo della CPU dal 20% al 100%. Quando ciò accade, noterai che il tuo sistema si blocca e rallenta.

Come risolvere l'elevato utilizzo della CPU causato dal servizio di repository di stato



Esistono diverse soluzioni per il problema, dal riavvio del servizio alla riparazione di Microsoft Edge. Ti guideremo attraverso ogni metodo di seguito. Segui le soluzioni nell'ordine in cui sono disposte per aumentare le tue possibilità di risolvere rapidamente il problema.

Soluzione 1: riavviare il servizio di repository di stato

Il servizio Windows è attivato per impostazione predefinita, soprattutto dopo la nuova installazione. Se vuoi goderti le funzionalità che fornisce, dovresti tenerlo acceso. Per eliminare il problema, il primo passo dovrebbe essere il riavvio del servizio. Il riavvio del servizio eliminerà qualsiasi problema tecnico che lo affligge. Alcuni utenti lo hanno fatto e hanno riavviato i loro sistemi a piena velocità.

La procedura è abbastanza semplice. Tutto quello che devi fare è aprire l'app Servizi, individuare il servizio di repository di stato e quindi riavviarlo. Se non sai come farlo, segui i passaggi seguenti:

  1. Apri l'utilità di ricerca accanto alla funzione di ricerca facendo clic sull'icona della lente di ingrandimento nella barra delle applicazioni o premendo contemporaneamente i tasti Windows e S.
  2. Dopo che la casella di ricerca si apre, digita 'servizi' (senza virgolette) nel campo di testo, quindi fai clic su Servizi nell'elenco dei risultati.
  3. Una volta aperta l'app Servizi, individua il servizio Repository di stato, fai clic su di esso, quindi fai clic su Riavvia in 'Servizi (locale)' a sinistra.
  4. Se non vedi l'opzione Riavvia, fai clic su Interrompi e quindi su Avvia.
  5. Dopo aver riavviato il servizio, esegui Microsoft Edge e verifica il problema.

Soluzione 2: riparare i file Windows difettosi



È possibile che alcuni file di Windows siano problematici e causino problemi con il servizio. È possibile risolvere il problema eseguendo la scansione di questi file e riparandoli. Per fare ciò, dovrai eseguire lo strumento di manutenzione e riparazione delle immagini di distribuzione della posta in arrivo, quindi eseguire il Controllo file di sistema. DISM fornirà i file che lo strumento SFC utilizzerà per eseguire la riparazione.

Tieni presente che è necessaria una connessione Internet funzionante poiché lo strumento DISM utilizza Windows Update per fornire i file di riparazione.

I seguenti passaggi ti guideranno attraverso il processo:

  1. Avvia la finestra di dialogo Esegui facendo clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start e selezionando Esegui dal menu Accesso rapido. È inoltre possibile aprire la finestra di dialogo premendo contemporaneamente i tasti Windows e R.
  2. Una volta che Esegui si apre, digita 'CMD' (senza virgolette) nella casella di testo, quindi tocca i tasti Maiusc, Ctrl e Invio insieme.
  3. Fare clic sul pulsante Sì quando viene visualizzata la finestra di dialogo Controllo account utente.
  4. Verrà ora visualizzata la finestra del prompt dei comandi con privilegi elevati.
  5. Quindi, digita le seguenti righe nel prompt dei comandi e premi il tasto Invio in seguito:



DISM / Online / Cleanup-Image / StartComponentCleanup

Dopo aver toccato il tasto Invio, digita il seguente comando nella riga successiva e premi il tasto Invio:

DISM / Online / Cleanup-Image / RestoreHealth



Lo strumento ora utilizzerà l'utilità di Windows Update per fornire buone copie dei file di sistema.

  1. Quindi, riavvia il sistema, apri il prompt dei comandi con privilegi elevati e quindi inserisci la riga di comando di seguito:

Sfc / scannow

  1. Tocca Invio, quindi consenti allo strumento di completare l'azione.

Soluzione 3: ripara / ripristina Microsoft Edge

Poiché il servizio di repository di stato consuma la tua CPU dopo aver aperto Microsoft Edge, è possibile che il problema dipenda dal browser. Puoi provare a ripararlo e verificare se questo risolve il problema. Il processo è chiaro e semplice. Devi solo passare attraverso l'app Impostazioni.

I passaggi seguenti ti guideranno attraverso il processo se non sai cosa fare:

  1. Tocca il tasto con il logo di Windows o fai clic sul pulsante Start, quindi fai clic sull'icona a forma di ingranaggio una volta aperto il menu Start. Se desideri avviare l'app Impostazioni più velocemente, premi contemporaneamente il tasto logo Windows e il tasto I.
  2. Una volta aperte le impostazioni, fai clic su App.
  3. Dopo aver visualizzato l'interfaccia App e funzionalità, digita 'Microsoft Edge' (senza virgolette) nella casella di ricerca e premi il tasto Invio.
  4. Dopo che Microsoft Edge viene visualizzato, fare clic sull'app, quindi fare clic su Opzioni avanzate.
  5. Quando viene visualizzata la schermata Opzioni avanzate, scorri verso il basso fino a Ripristina, quindi fai clic sul pulsante Ripara.
  6. Consenti a Windows di completare il processo di riparazione, quindi esegui il browser e controlla se si verifica di nuovo un elevato utilizzo della CPU.

Soluzione 4: arrestare il servizio di repository di stato

Se la riparazione di Microsoft Edge non risolve il problema, dovresti prendere in considerazione l'arresto del servizio Repository di stato. In questo modo dovrai rinunciare alla funzionalità del servizio. Dovrebbe essere un sacrificio che sei disposto a fare poiché desideri che il tuo sistema funzioni senza intoppi, soprattutto quando non hai bisogno di scattare istantanee delle tue sessioni di navigazione.

Seguire i passaggi seguenti per interrompere il servizio:

  1. Apri l'utilità di ricerca accanto alla funzione di ricerca facendo clic sull'icona della lente di ingrandimento nella barra delle applicazioni o premendo contemporaneamente i tasti Windows e S.
  2. Dopo che la casella di ricerca si apre, digita 'servizi' (senza virgolette) nel campo di testo, quindi fai clic su Servizi nell'elenco dei risultati.
  3. Una volta aperta l'app Servizi, individua il servizio Archivio di stato, fai clic su di esso, quindi fai clic su Interrompi in 'Servizi (locale)' a sinistra.
  4. Se si desidera disabilitare il servizio, fare clic con il pulsante destro del mouse su di esso, fare clic su Proprietà, quindi selezionare Disabilitato nel menu a discesa Tipo di avvio nella scheda Generale della finestra di dialogo Proprietà. Tuttavia, poiché il menu a discesa Tipo di avvio potrebbe essere disattivato, puoi sempre accontentarti di utilizzare l'opzione Stop.
  5. Dopo aver interrotto il servizio, il problema dell'elevato utilizzo della CPU dovrebbe essere risolto.

Soluzione 5: ripristina Microsoft Edge

Se la disabilitazione del servizio non porta frutti, considera la possibilità di reimpostare Microsoft Edge. Se hai appena installato una nuova copia di Windows 10 o se hai eseguito l'aggiornamento di recente, è possibile che l'installazione del browser sia problematica. Quando ripristini il browser, Windows lo reinstallerà e risolverà i problemi relativi ai suoi file di installazione.

Seguire i passaggi seguenti per ripristinare il browser:

  1. Avvia l'app Impostazioni, utilizzando la combinazione Windows + I.
  2. Dopo che viene visualizzata la schermata principale delle Impostazioni, fare clic sull'icona App.
  3. Una volta arrivato alla schermata App e funzionalità, utilizza la funzione di ricerca per convocare Microsoft Edge.
  4. Dopo che Microsoft Edge viene visualizzato, fai clic su di esso, quindi fai clic sul collegamento Opzioni avanzate.
  5. Quindi, scorri verso il basso fino a Ripristina una volta visualizzata la schermata Opzioni avanzate, quindi fai clic sul pulsante Ripristina.
  6. Consenti a Windows di eseguire la riparazione, quindi riavvia il sistema e verifica il problema.

Soluzione 6: reinstallare tutte le app UWP (Universal Windows Platform) integrate

Alcuni utenti si sono lamentati del fatto che il problema non era limitato a Microsoft Edge. A quanto pare, altre applicazioni integrate come Impostazioni possono far aumentare l'utilizzo della CPU da parte del servizio di repository di stato. Se questo è il tuo caso, prova a reinstallare tutte le applicazioni integrate e controlla se questo risolve il problema. Ti mostreremo come farlo di seguito:

  1. Apri l'utilità di ricerca accanto alla funzione di ricerca facendo clic sull'icona della lente di ingrandimento nella barra delle applicazioni o premendo contemporaneamente i tasti Windows e S.
  2. Dopo che la casella di ricerca si apre, digita 'prompt dei comandi' (senza virgolette) nel campo di testo.
  3. Dopo che il prompt dei comandi viene visualizzato nell'elenco dei risultati, fare clic con il pulsante destro del mouse, quindi fare clic su Esegui come amministratore.
  4. Fare clic sul pulsante Sì quando viene visualizzata la finestra di dialogo Controllo account utente e richiede l'autorizzazione.
  5. Dopo l'apertura del prompt dei comandi dell'amministratore, digita o copia e incolla quanto segue nella schermata nera, quindi tocca il tasto Invio:

Get-AppXPackage -AllUsers | Foreach {Add-AppxPackage -DisableDevelopmentMode -Register '$ ($ _. InstallLocation) AppXManifest.xml'}

Assicurati di copiare e incollare la riga correttamente.

  1. Una volta che il comando è stato eseguito correttamente, chiudi il prompt dei comandi, quindi riavvia il sistema per verificare il problema.

Conclusione

Normalmente, un sistema lento è frustrante da usare, figuriamoci quando devi fare le cose online. Riteniamo che le correzioni di cui sopra ti aiuteranno a sbarazzarti dei picchi di utilizzo della CPU causati dal servizio di repository di stato. Puoi farci sapere come hai risolto il problema, utilizzando la sezione commenti qui sotto.

Altri elementi come file spazzatura e chiavi di registro danneggiate possono aumentare l'utilizzo della CPU e ridurre la velocità del sistema. Puoi facilmente prevenire questi problemi usando BoostSpeed, che pulirà regolarmente il tuo sistema per liberarlo da queste entità. Il programma è compatibile con Windows 10 e non causa interferenze.